Bruno Mascolo, Made in PMS in Serie A

Il duro lavoro quotidiano e programmatico sullo sviluppo del settore giovanile porta i suoi frutti: Bruno Mascolo, playmaker classe 1996 cresciuto alla PMS Basketball, approda in serie A con la maglia dell’Auxilium Cus Torino. Una soddisfazione enorme per lo staff dirigenziale e tecnico del sodalizio presieduto da Paolo Terzolo, che sull’etichetta “Made in PMS” ha investito molto: Bruno Mascolo, a cui va il grande in bocca al lupo da parte di tutta la società gialloblù e il ringraziamento per quanto fatto in tre anni con la maglia PMS, è un esempio della progettualità “Made in PMS”.
Approdato a titolo definitivo alla PMS Basketball nella stagione 2012/2013 da Castellammare di Stabia alla corte di Vincenzo Di Meglio, Mascolo inizia a mettersi in mostra con la maglia dell’Under 17, conquistando la Finale Nazionale di categoria di Civitanova Marche, ritagliandosi anche spazio con la squadra Under 19 di Stefano Comazzi con cui raggiunse la Finale Nazionale di Udine.
L’anno successivo, ancora in maglia PMS, Mascolo entra a far parte in pianta stabile della squadra di Serie A2 allenata da coach Stefano Pillastrini, mentre a livello giovanile contribuisce al raggiungimento della Finale Nazionale Under 19 di Udine con la squadra di Vincenzo Di Meglio.
La scorsa stagione iniziata sotto i migliori auspici con il doppio impegno Under 19/Serie C in maglia PMS e Serie A2 con la Manital Torino: nonostante un brutto infortunio, recuperato al meglio grazie alla tenacia del ragazzo e alle cure dello staff medico PMS Basketball, raggiunge le Finali Nazionali di Torino, quarta in tre anni.
Con la maglia della Nazionale tiene alto il nome della PMS Basketball disputando le qualificazioni al Mondiale 3 contro 3 nel 2012, per poi spiccare il volo con la Nazionale Under 18 di coach Capobianco, con cui vince l’oro al torneo internazionale di Mannheim, portando la prima medaglia d’oro in casa PMS, e disputando lo stesso anno gli Europei di categoria.
Al termine di questa stagione Bruno Mascolo ha spiccato il volo verso la serie A, primo atleta “Made in PMS” a disputare questo campionato, non prima di aver trovato l’accordo economico con la società Castellammare di Stabia, passaggio prima di firmare con l’Auxilium Torino.
In bocca al lupo Bruno, esempio della cura con cui PMS contribuisce al futuro della pallacanestro torinese e nazionale.